Aeraulico

 

 

PULIZIA E SANITIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI CANALIZZATI D’ARIA E BONIFICA UTA

Eseguiamo gli interventi di bonifica delle condotte aerauliche, secondo le procedure nazionali dettate dalla P.O. del 07.02.2013 e dalla Linea Guida del 05.10.2015, ovvero del protocollo ACR 2013. L’intervento di bonifica degli impianti aeraulici è sempre accompagnato da un’attività di monitoraggio. Provvediamo alla pulizia e alla sanitizzazione degli impianti aeraulici, al fine di rimuovere dalle superfici oggetto del trattamento gli agenti contaminanti e i depositi/residui/polveri.

 

 

 

ISPEZIONE TECNICA DEGLI IMPIANTI HVAC

Il servizio consiste in:

  • Analisi esterna e interna mediante video ispezione dell’impianto, controllo microbiologico delle UTA, considerazioni sullo sviluppo delle canalizzazioni di trasporto aria trattata e aria estratta.
  • Verifica strutturale esterna del sistema aeraulico, pianificazione dei luoghi d’accesso interno ai condotti di ventilazione e dei tratti da ispezionare internamente per la verifica dello stato igienico sanitario.

L’attività di videoispezione viene eseguita inserendo all’interno dei condotti adibiti al trasporto aria un apposito videoispettore filoguidato e dotato di telecamera a colori ad alta definizione. La videoispezione degli impianti consentirà di identificare con chiarezza i punti di sporcamento dell’impianto di distribuzione d’aria.

Ricordiamo che “…… il sistema aeraulico è considerato pulito, quindi idoneo, quando tutte le superfici, comprese le condotte d’aria, presentano una quantità di particolato inferiore a 1 g/m2” (rif. norm. “Procedura operativa per la valutazione e gestione dei rischi correlati all’igiene degli impianti di trattamento aria ” predisposte dal Governo della Repubblica Italiana ed adottate dalla Conferenza Permanente per I rapporti tra lo Stato Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano il 07.02.2013).

 

 

COATING (INCAPSULAMENTO) CANALIZZAZIONI AERAULICHE

Alcune condotte, presentano al loro interno, una coibentazione composta da una pannellatura in lana di roccia, la superficie è quindi porosa e trattiene lo sporco al suo interno, inoltre con il passare del tempo si deteriora e si crea il rischio potenziale di rilascio di fibre negli ambienti.

Queste superfici non si possono pulire con la spazzolatura o l’aria compressa, si danneggerebbero irrimediabilmente, una soluzione alternativa alla SOSTITUZIONE dell’impianto di distribuzione può essere il COATING.

Con l’incapsulamento viene realizzata una superficie liscia che non favorisce l’annidamento di polveri e la possibile contaminazione microbiologica della stessa, esercitando inoltre una azione prolungata disinfettante delle superfici. La pellicola che si forma impedisce poi la diffusione delle fibre nell’aria.

Il prodotto per creare un coating (rivestimento) viene nebulizzato ad alta pressione all’interno delle condotte mediante appositi accessori e robot filoguidati con telecamera, e quel che ne risulta è un film plastico molto resistente, che ingloba le fibre, con caratteristiche antifungine e antibatteriche.